Punti nascita: i 10 migliori ospedali in cui partorire

Troppo spesso si sceglie dove partorire in base alla vicinanza a casa, ma non è un buon criterio. Per scegliere dove partorire è meglio valutare la qualità e la sicurezza delle strutture.

Gli “Standard Per La Valutazione Dei Punti Nascita” definiti dal Ministero della salute, permettono di identificare con chiarezza quali sono le caratteristiche che un punto nascita deve avere per essere ritenuto sicuro e di qualità. 

Tra i parametri da valutare si trovano indicatori quantitativi quali il numero di parti all’anno, la presenza del reparto di terapia intensiva neonatale, la bassa percentuale di tagli cesarei effettuati, il profilo professionale dell’equipe di sala parto e, a corollario, la presenza di servizi complementari quali l’epidurale H24, i corsi preparto e la possibilità di richiedere la presenza del partner in sala.

ThatMorning ha messo sotto la lente d'ingrandimento tutti gli oltre 550 punti nascita in Italia, individuando in questo modo le 10 strutture migliori in cui partorire:

Grazie a parametri oggettivi ed al suo network scientifico, ThatMorning permette di navigare la classifica completa di tutti gli ospedali italiani in tutte le Regioni d'Italia.

Fonti
(1) Ministero della Salute, Distribuzione dei punti nascita per regione e tipo istituto
(2) Piano Nazionale Esiti – Agenas
(3) Direzione generale della ricerca sanitaria e biomedica del Ministero della Salute

Lascia un commento