Ospedale Spirito Santo

 
7.9

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso molto buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

L'ospedale ha una copertura mediatica bassa, con notizie che ne parlano generalmente in maniera neutra.


7 Recensioni (non influenzano il voto dell'ospedale)

Sono stata ricoverata tre giorni per una presunta cefalea resistente ai farmaci. Ho firmato per andar via. All'ospedale di Chieti, dopo poche ore, mi hanno diagnosticato un'ischemia al cervelletto. Ho trascorso le 72 ore dopo l'evento ischemico in ospedale Pescara, a rischio di ulteriori recidive, senza nessuno che prendesse in considerazione ciò che riferivo e i miei sintomi (inconfondibili per i medici di Chieti). Bastava un accertamento fatto con la TAC...
Riferito al reparto di MEDICINA INTERNA
3 giorni in corsia, mancanza di cuscini, paraventi per coprirsi. Esperienza terribile per un mio familiare, poi deceduto in altra struttura. Discussioni con il primario e con le infermiere. Pessimo, da dimenticare.
Riferito al reparto di ONCOLOGIA

peppe ricciutelli

I NUOVI LAZZARETTI
È il recinto di forma rettangolare posto esternamente alle mura di Pescara, destinato al ricovero degli ammalati.
Ivi giacciono, inutilmente, migliaia di persone in cerca di una cura. Da quando la Sanità Pubblica è caduta nelle mani dei #Lazzaroni ( Politicantes Ladrones ) quello che accade, negli Ospedali del Sud Italia, è paragonabile a quanto accadeva nei Lazzaretti resi famosi dai Promessi Sposi di A. Manzoni. Non mancano, certamente, i Monatti. Anche loro resi celebri per le nefandezze compiute ai danni degli ammalati. A questo punto non resta altro da fare che scappare nel caso di bisogno. Altrimenti si rischia, seriamente, di fare la fine dei topi. Dal famigerato " medico della Mutua " siamo arrivati al capolinea. Oltre non si può andare. La gente ha profittato - largamente - del tutto è gratis. Intasando gli studi dei #Medici di famiglia con richieste assurde; perché gratuite.
Tutto questo caos ha arricchito le Case Farmaceutiche; i Baroni della Medicina, i Grandi Professoroni, una marea di Parassiti che vivono beatamente sulle spalle della povera gente. Ha arricchito, indegnamente, tenutari di Case di Cura private e Laboratori di finte analisi. Ha arricchito tutte quelle organizzazioni che incettano maree di miliardi per la ricerca e che non ricercano una Beata Minchia. La Medicina non solo non ha fatto nessun passo avanti, ma è tornata indietro in tutti i settori, Nonostante l'enorme pubblicità fatta a medicamenti che dovevano essere la panacea di tutti i mali e che, invece, sono solo dei #Placebo.
12 milioni di italiani hanno smesso di curarsi. Seguiranno altri milioni di poveri cristi costretti alla resa.
In Abruzzo, in particolare, sono stati commessi reati che andrebbero puniti con la fucilazione. Che hanno ridotto i Nosocomi a veri e propri Purgatori in Terra.
Sperare di guarire, frequentando questi ospedali, è come sperare in un Miracolo della Madonna dello Splendore.
State in salute; vogliatevi Bene.
Altrimenti: Lasciate ogni speranza Voi che Entrate.
G.R.

Mattia Abbate

Pronto soccorso ???? Se vai sotto qualche ponte trovi qualche barbone che ti da aiuto !mia moglie avevo forti crampi alla pancia abbiamo aspettato invano dalle 10 di mattina alle21 e 30 c'è ne siamo andati disperati una vergogna per la città e per la sanità pubblica italiana da evitare morire a casa almeno state in compagnia

arthur fellig

Ritengo inammissibile che un paziente con emorragia cerebrale in corso venga tenuto in una stanza con 30 gradi ed esposta al sole del pomeriggio, senza ventilazione, tende, temperatura e umidità controllata. Da profano quale sono in medicina sono abbastanza sicuro che la vasodilatazione dovuta alla temperatura non agevola una guarigione da una emorragia e comunque sia è indecente che dei pazienti debbano morire di caldo nei mesi estivi quando in altri ospedali si hanno condizioni di vita ben più dignitose. È una questione di civiltà oltre che medica.
Che si faccia qualcosa per favore.

Luigi

Scarsa sensibilità dei medici di cardiologia ai bisogni del malato, avari di informazioni anche verso i familiari, per fortuna che ci sono le infermiere e gli infermieri che si fanno in quattro per loro. Ottimo invece cardiologia intensiva sia medici che infermieri.

Angelo Lupi

Ospedale con la sue età ma l'importante è che finzioni bene.

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

News

Mille donatori Fidas salvano 4 persone da una malattia rara

Quattro pazienti affetti dalla stessa malattia rara, ricoverati d'urgenza e salvi grazie a mille donatori di sangue. E' la storia a lieto fine accaduta nell'ospedale civile di Pescara alcune settimane fa, ma è soprattutto una storia di grande professionalità e altruismo che ha coinvolto il Centro trasfusionale, il reparto di Ematologia e l'associazione Fidas donatori di sangue.
Il Centro, 19 Aprile 2016


Medicina sovraffollata a Pescara, pazienti in corridoio

Medicina est, nuovo sovraffollamento nei corridoi. Ieri, in tarda mattinata, 13 letti erano appoggiati lungo i muri e, accanto ad ognuno c’era una selva di flebo, erogatori di ossigeno e sedie usate come tavolini per appoggiare abiti e borsoni.
Il Centro, 13 Aprile 2016


«Pronto soccorso solo per mamme e bimbi»

Un pronto soccorso dedicato esclusivamente alle mamme e ai bambini. L'obiettivo del neo manager Asl Armando Mancini è ritrasferire il dipartimento materno infantile nello storico palazzo rosso di via Paolini e creare una corsia preferenziale per le problematiche infantili che nascerà entro due anni .
Il Centro, 01 Aprile 2016


Indirizzo

Ospedale Spirito Santo

via fonte romana, 8 - pescara (PE)
Contatta l'ospedale