Ospedale Niguarda

 
8.3

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso ottima e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in rialzo.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

L'ospedale ha una copertura mediatica bassa, con notizie che ne parlano generalmente in maniera neutra.




Andamento del voto

8 Recensioni

La storia di Enrico Brunello: Apnea

Sono arrivato a capirlo da svariati sintomi: avevo costante bisogno di dormire, mi sentivo sempre stanco, non riuscivo a guidare per oltre 40 minuti di fila e iniziavo a soffrire di disturbi erettili che compromettevano la vita sessuale con mia moglie. Era il 1994, vivevo in Germania, a Francoforte sul Meno, e decisi di recarmi in ospedale per sottopormi ad accertamenti; rimasi ricoverato per 4, 5 giorni. La prima notte che trascorsi in ospedale dormii filmato da una telecamera a raggi infrarossi; l’ultima...Leggi tutta la storia
Sono stato operato ai seni nasali per un problema di respirazione/compensazione nella pratica dell'attività subacquea.
Intervento riuscito perfettamente e problema risolto, con grandi soddisfazioni sottomarine.
Riferito al reparto di OTORINOLARINGOIATRIA
Ci tengo a dare il massimo dei voti all' hospice "il Tulipano" che fà parte dell'ospedale Niguarda.

Mio papà, malato terminale di tumore è stato ricoverato in una stanza di questo hospice.

Non posso che provare gratitudine per l'ettenzione e l'assistenza ricevute, sia per il malato che per i familiari.

La struttura, molto bella, immersa in un grande parco, è curata e accogliete.

La cosa che più mi ha colpito in un posto come questo è il livello di umanità e di innovazione:
vengono organizzate diverse attività per gli ospiti tra cui quella di pet terapy, che mai mi sarei aspettato di trovare in una struttura italia.

E così grazie a Ciko, terapista a quattro zampe sono riuscito a vedere mio papà sorridere una volta in più.

Un posto che può farti cambiare idea su come vanno le cose negli ospedali italiani.
Riferito al reparto di CURE PALLIATIVE/HOSPICE

Giancarlo Carlo

Ho avuto purtroppo la necessità di usufruire dei servizi di PRONTO SOCCORSO ad inizio luglio e successivamente ho subito un intervento in chirurgia di urgenza all'intestino. Tutti sono stati impeccabili per professionalità e umanità. Un ringraziamento particolare al Prof. CHIARA per la sua grandissima disponibilità, a tutta la sua Equipe molto valida e competente ed al Reparto Infermieristico sempre disponibile. Giancarlo Simoncelli

Lory Arlitta

Cardiologia 2 assenza totale dei medici una gestione del malato indirizzata al solo cuore e non alla totale complessità del corpo umano, per cui ti curano da una parte ma ti distruggono gli altri organi. Spiegazioni ai parenti totalmente superficiali . Per mia sfortuna ho frequentato diversi ospedali ma non mi sono mai imbattuta in un reparto così pieno di medici alle prime armi che fanno praticandato sulla pelle dei pazienti .

Mariateresa Pierini

Un porto di mare...la struttura troppo grande per essere gestita bene. Percezione di assoluta inefficienza, arrivata per fare una visita il medico assente da giorni. Nessuno ha avvisato (avevano mail e cellulare). Due ore per poter essere rimborsata (avevo già pagato ticket). Ambulatorio oculistica sporco e fatiscente. Ad ottobre avevo fatto un esame oculistico e avevo contratto congiuntivite. Mancava l'acqua nei bagni. Personale scortese. Brutta impressione. Da dimenticare

Alessia Galanti

è una struttura enorme. Devo dire che al P.soccorso fanno i miracoli: le attese sono lunghe ma infermieri e medici si fanno in 4 per riuscire ad aiutare al meglio i pazienti.
Il centro cefalee mi ha aiutato tantissimo dopo anni di sofferenze a migliorare la mia cefalea cronica.
Cardiologia e unità coronarica sono 2 reparti eccellenti: personale qualificato e medici veramente in gamba.

Letame Espianto

Ma i custodi o portinai all'ingresso NON SAPEVANO gli orari dei reparti!

Personalmente non ho sperimentato un gran che e ci lavorano sicuramente persone buone e persone cocciute.

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

News

Nuovo cinema Niguarda: Disney in ospedale diventa una ... - Milano

In ospedale diventa una terapia. Una sala apposita per i degenti. «Meno dolore e si scorda la corsia». Le pellicole saranno proiettate al piano ...
Corriere Della Sera, 21 Aprile 2017


Niguarda nel mirino, piano di risparmi da 30 milioni

Per il Ministero l’ospedale Niguarda dovrebbe risparmiare 51 milioni di euro rispetto al budget 2015. Per il Niguarda questo «margine d’inefficienza», che salta fuori applicando «pedissequamente» i criteri della legge di stabilità, è sproporzionato perché non è un’azienda ospedaliera semplice.
Il Giorno, 27 Aprile 2016


L'impegno costante per sconfiggere il morbo di Parkinson

L'Associazione, onlus, dal 1990, è l'ente morale che ha lo scopo di promuovere l'informazione sistematica su tutti gli aspetti della malattia di Parkinson ed è il punto di riferimento per migliorare la vita dei pazienti, informandoli costantemente sulle terapie farmacologiche, fisioterapiche e chirurgiche nei centri specializzati e sulle problematiche non strettamente di carattere clinico, quali la dieta, la logopedia e il sostegno psicologico anche per mezzo di pubblicazioni come la Guida Rossa alla Malattia di Parkinson e la nuova Guida Blu, con tutte le notizie aggiornate di carattere burocratico.
Il Giornale, 19 Aprile 2016


Tumore alla prostata: i benefici della chirurgia con il robot

Ogni anno in Italia oltre 35 mila uomini scoprono di avere un cancro alla prostata. Fortunatamente, se preso in tempo, le speranze di superare la malattia sono molto elevate. Tra le varie possibili strategie terapeutiche, soprattutto quando il tumore è ben localizzato, c’è la rimozione della prostata per via chirurgica.
La Stampa, 15 Aprile 2016


Niguarda, taglio agli sprechi, via al piano di risparmi per dieci milioni

Un piano di risparmi da 10 milioni di euro in un anno. Il Niguarda, il più importante ospedale della Lombardia, è pronto a fare scattare una spending review per una cifra record. Sullo sfondo, una domanda su tutte: quale sarà l’impatto sull’assistenza dei 38 mila malati annui che si curano lì? Il bilancio di Niguarda è di 540 milioni di euro. I documenti sono ancora top secret, in attesa di essere presentati ai sindacati (probabilmente in settimana). Ma i contenuti delle misure studiate dai vertici dell’ospedale per ridurre costi e sprechi iniziano a filtrare.
Corriere Della Sera, 11 Aprile 2016


In ospedale pausa forzata per medici e infermieri. Nessun assunto e disservizi in vista

Cambiano le regole su riposo e orari di lavoro di medici e infermieri. La normativa dell’Unione europea entrata in vigore ieri (con l’attuazione della Legge 30 ottobre 2014, n. 161), impone al personale sanitario il rispetto delle 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore e di non superare le 48 ore lavorative settimanali. Pausa obbligatoria tra due turni in corsia per evitare turni massacranti.
Il Giorno, 26 Novembre 2015


Milano, incinta di 8 mesi muore appena dimessa dall'ospedale. "Duplice omicidio colposo", indagati tutti i medici

Si era presentata al San Pio X con forti dolori addominali, nove ore dopo l'arresto cardiaco e il decesso della madre e del bambino nato morto al Niguarda. Dalla clinica privata solo un no comment, avvisi di garanzia per tutti i dottori che hanno visitato la donna. Lunedì le autopsie.
La Repubblica, 22 Ottobre 2015


Milano, bambina sfugge ai genitori ed è travolta da una moto ...

... proprio mentre stava arrivando una moto Yamaha che non è riuscita a evitarla. La bambina si trova ora ricoverata all'ospedale Niguarda.
Il Messaggero, 30 Agosto 2014


Milano, l'ergastolo dorato del boss che vive da dieci anni all'ospedale Niguarda

Francesco Cavorsi, 51 anni, era l'ambasciatore della mafia pugliese in Lombardia e uccideva dalla sedia a rotelle. Il suo ricovero costa 700 euro al giorno: nessun piantone, parenti amici che vanno e vengono
La Repubblica, 04 Marzo 2014


Contatti

CUP / Prenotazioni

da rete fissa: 800638638
da rete mobile: 800638638



Ospedale Niguarda

piazza dell'ospedale maggiore, 3 - milano (MI)
Telefono: 02 64441
Vai al sito